Home » Nuove tutele per i nostro prodrotti agroalimentari

Nuove tutele per i nostro prodrotti agroalimentari

Strasburgo

by redazione

Paolo De Castro, Relatore sul nuovo regolamento Ue su DOP e IGP del Parlamento Europeo, ha presentato alla commissione Agricoltura una bozza di relazione per modificare l’attuale regolamento. Sono stati proposti 122 emendamenti, basati su quattro pilastri: rafforzamento del ruolo del Commonwealth, rafforzamento della tutela dei prodotti DOP e IGP, semplificazione delle procedure e del ruolo dell’Ufficio Europeo dei Brevetti, sostenibilità.

“Vogliamo rimuovere tutte le falle del sistema che potrebbero abusare della reputazione delle IG attraverso regolamenti tecnici nazionali (come l’aceto balsamico sloveno o cipriota) e persino attraverso strumenti sindacali (come la terminologia tradizionale). Come nel caso del Prosek in Croazia ” , De Castro Sottolineando ciò, ha aggiunto: “Oltre alla sostenibilità, vogliamo aumentare anche la trasparenza per i consumatori, l’obbligo di inserire il nome del produttore sull’etichetta di qualsiasi prodotto IG e, nel caso di trasformazione di prodotti Igp, l’origine della materia prima “.

“I nostri produttori”, rammenta de Castro, “hanno dovuto affrontare anni per ogni revisione del disciplinare. Per questo proponiamo di ridurre a cinque mesi i tempi della commissione per la revisione delle registrazioni e la revisione del disciplinare, un massimo di cinque mesi. Può essere prorogato per altri tre mesi. E’ iniziata la fase di emendamento per tutti gli eurodeputati, con scadenza il 22 novembre, con l’obiettivo di completare l’iter parlamentare la prossima primavera, avviando i lavori dopo la trattativa con il consiglio.

Articoli correlati

lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più