Home » LA FOTO – A PISA TORNA L’ULTIMO RITRATTO DI GIUSEPPE MAZZINI

LA FOTO – A PISA TORNA L’ULTIMO RITRATTO DI GIUSEPPE MAZZINI

by Tito Taddei

Quando cessò di vivere in Pisa Giuseppe Mazzini, Lega corse alla casa dell’illustre apostolo del pensiero e dell’azione, e dai ricordi presi sul luogo, compose un quadro rappresentante gli ultimi momenti del grande genovese

Così Diego Martelli, nel suo profilo di Silvestro Lega, racconta la genesi dell’ultimo ritratto di Giuseppe Mazzini.

Oggi quel quadro ‘ritorna’ nel luogo dove fu immaginato per la prima volta, la Domus Mazziniana, l’antica casa Rosselli Nathan.

Dall’11 novembre al 15 marzo sarà possibile ammirare, gratuitamente, in una suggestiva ambientazione che rievoca la stanza dove morì Giuseppe Mazzini – completamente distrutta dalla Guerra, non il quadro ‘ufficiale’, Gli ultimi momenti di Mazzini morente, ma la versione ‘alternativa’, realizzata da Silvestro Lega, quasi contemporaneamente, proveniente dalla Pinacoteca Civica di Modigliana.

Se Gli ultimi momenti restituiscono un’immagine malinconica, antiretorica ma pacificata, della morte, con un Mazzini che pare adagiato nel sonno, il Bozzetto, che si concentra esclusivamente sulla testa, esprime tutta la ‘concitata’ drammaticità della pittura di Lega, il più radicale e inquieto dei macchiaioli, consegnandoci, con l’antieroica rappresentazione di Mazzini morente, uno dei vertici più alti raggiunti dalla pittura europea nella rappresentazione del dramma assoluto della morte.

L’esposizione curata dalla Domus Mazziniana e dal Comitato Nazionale istituito dal Ministero della Cultura in occasione dei 150 anni della morte di Giuseppe Mazzini è il primo risultato della rete Pisa Percorsi Museali, voluta e coordinata dal Comune di Pisa e si inserisce in una più ampia collaborazione con la Fondazione Palazzo Blu e il Museo della Grafica di Pisa.

Il Mazzini morente è infatti un prezioso cammeo che si inserisce nel quadro più ampio della grande mostra su I Macchiaioli ospitata fino al 26 febbraio a Palazzo Blu, affiancandosi all’approfondimento monografico Oltre la Macchia, dedicato dal Museo della Grafica alle incisioni di Giovanni Fattori.

Articoli correlati

lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più