Home » LEGALITÀ, IN QUATTRO VINCONO IL PREMIO DI STUDIO

LEGALITÀ, IN QUATTRO VINCONO IL PREMIO DI STUDIO

by Tito Taddei

I reati ambientali e le ecomafie in contesti nazionali e locali, e il fenomeno del gioco d’azzardo patologico, con focus sui percorsi di recupero e sul ruolo della comunicazione e del marketing nella sua diffusione. Sono questi i temi dei due elaborati scritti e dei due prodotti multimediali che si sono aggiudicati la quarta edizione del Premio di studio “Legalità e territorio” che si è conclusa oggi, lunedì 12 dicembre, con la consegna dei premi nella sala Bifore di Palazzo comunale.

“Ecomafie: i ladri del futuro modenese” è il titolo dell’elaborato scritto da Federica Nizzoli, dottoranda al dipartimento di Economia che si è aggiudicato il primo premio (del valore di 1.500 euro) ex aequo con “The hardest game”, la video intervista sul gioco d’azzardo patologico realizzata da Corrado Maria Andrea Carriero, studente di Ingegneria.

Due menzioni speciali (del valore di 1.000 euro ciascuna) sono andate a Gabriele Gibertini, studente di Economia, per lo studio dedicato al ruolo della comunicazione e del marketing nell’ambiente del gioco d’azzardo, e a Fabrizio Tedeschi, studente del dipartimento di Ingegneria, per il prodotto multimediale “Reati ambientali” che classifica i reati contro l’ambiente e descrive i danni che provocano e le possibili soluzioni.

Gli studi saranno pubblicati nei prossimi giorni sul sito del Comune di Modena, alla pagina dedicata alle politiche per la legalità (www.comune.modena.it/legalita-e-sicurezze).

All’edizione 2022 dell’iniziativa sono stati presentati in tutto otto elaborati. A consegnare i premi, l’assessore alle Politiche per il lavoro e la legalità Andrea Bosi che ha sottolineato come il Premio “si inserisca nel complesso di azioni integrate per la promozione della legalità che il Comune di Modena attua già da tempo e che prevedono sia iniziative educative e culturali, come il Premio, appunto, ma anche interventi mirati nelle scuole, sia progetti di cittadinanza responsabile che coinvolgono esercenti, professionisti e cittadini”.

Alla premiazione sono intervenuti anche i direttori dei tre dipartimenti di UniMoRe ai quali era rivolto il bando: Carmelo Elio Tavilla, del dipartimento di Giurisprudenza; Massimo Borghi del dipartimento di Ingegneria; Tommaso Fabbri del dipartimento di Economia. Presenti anche Valeria Meloncelli, direttrice generale del Comune di Modena; Maria Di Matteo, segretaria generale, e Roberto Riva Cambrino, comandante della Polizia Locale.

Il Premio di studio “Legalità e territorio”, giunto alla quarta edizione, è rivolto a studenti e studentesse, dottorandi e dottorande dei dipartimenti di Giurisprudenza, Economia “Marco Biagi” e Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Il bando richiedeva ai partecipanti l’elaborazione di un elaborato giornalistico o di un documentario multimediale, inedito e originale, sui temi dell’elusione, evasione fiscale e riciclaggio, dell’usura,

Articoli correlati

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più