Home » Bassa Modenese – Prima condanna coppia di badanti che vessava pensionato

Bassa Modenese – Prima condanna coppia di badanti che vessava pensionato

by Tito Taddei

Prima condanna nei confronti di una coppia di badanti, di origine rumena, accusati di aver sottoposto per dieci anni a maltrattamenti e vessazioni nei confronti di un ex bidello di 72 anni residente nella Bassa. La coppia è accusata di aver  lasciato senza cibo e senza soldi l’uomo, ‘concedendogli’ al massimo cinquanta euro al mese di quella che avrebbe dovuto essere la sua pensione per l’acquisto delle sigarette. Il tutto sarebbe andato avanti per una decina d’anni.  Secondo la ricostruzione dei giudici la donna era stata assunta dalla vittima diversi anni fa per occuparsi del padre, poi deceduto. Poco dopo, facendo leva sulle fragilità dell’anziano, era riuscita ad appropriarsi della sua abitazione e di tutti i suoi averi, costringendolo a vivere in un casolare abbandonato e a fare i propri bisogni all’esterno, proibendogli di utilizzare il bagno. A presentare un esposto l’avvocata Nicoletta Tietto, difensore d’ufficio dell’ex bidello in un procedimento per stato d’ebbrezza. Tietto si era subito resa conto delle angherie subite dal proprio assistito e  ha svolto indagini difensive che hanno messo in luce anni di vessazioni e maltrattamenti ai danni del pensionato. Ad essere condannato il marito della donna nell’ambito del processo con rito abbreviato è stato condannato a due anni e otto mesi di carcere: il pm aveva chiesto un anno in meno. La donna, invece, è stata rinviata a giudizio. Andrà a processo nel prossimo mese di luglio

Articoli correlati

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più