Home » Buone notizie per la finocchiona IGP

Buone notizie per la finocchiona IGP

by redazione
finocchiona igp

Lo sai che la finocchiona igp era amata da Machiavelli?

Si proprio così Niccolò Machiavelli la adorava tanto che sul suo tavolo non mancava mai.

La Toscana fin dal medioevo è stato legata a questo salume.

Tutto nasceva quando i norcini per rimediare alla mancanza del costoso pepe pensarono di aggiungere all’impasto i semi di finocchio che potevano reperire sul campi e sulle colline toscane.

Col passare del tempo la finocchiona si è fatta sempre più apprezzare in Italia e all’estero diventando protagonista sulle tavole con taglieri, panini anche come ingrediente unico.

Per tornare a noi il 2021 ha vissuto un anno da record registrando i più alti numeri di produzione,certificazione affetta mento e confezionamento in tranci sottovuoto IGP segnando punte del 72,5 % nel mese di giugno.

Durante l’anno 2021 sono stati insaccati  oltre 248mila kg in più rispetto al 2020.

Alessandro Iaccomani presidente del Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP afferma” Un anno con dati così positivi, ben oltre le aspettative, non si era mai registrato per la Finocchiona IGP dal riconoscimento della Indicazione Geografica Protetta del 2015. Siamo orgogliosi di questi dati che affermano quanto la Finocchiona IGP sia apprezzata sul mercato e come ogni giorno guadagni quote di mercato grazie al suo gusto unico e inconfondibile.

Un segno + anche per tutti gli altri fronti come l’affettato in vaschetta che raggiunge gli oltre 3milioni e 500mila pezzi.

la Finocchiona IGP rappresenta per i salumifici toscani un mercato in deciso aumento con un valore superiore a €12.900.000 alla produzione ed un valore alla vendita di circa €22.400.000.

il mercato principale rimane l’Italia con stima di oltre 1.270.000 kg di prodotto, ossia il 72,4 % del totalementre segue il mercato europeo con il 25\7% per il futuro il Presidente dice” Stiamo pianificando una serie di attività di promozione dall’importante valore strategico per la nostra denominazione. Parteciperemo alla fiera Cibus, importante vetrina internazionale, e porteremo avanti le nostre attività, sempre molto partecipate sia in Italia che in Germania, il nostro primo mercato per export”

Alessandro Iacomoni
Alessandro Iacomoni Presidente del Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP
nicolo'
Nicolò Macchiavelli
Facebook
Twitter
LinkedIn

Articoli correlati

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più