Home » Modena : Convegno su Piede Diabetico alla Sala Curie del Villaggio Giardino

Modena : Convegno su Piede Diabetico alla Sala Curie del Villaggio Giardino

by Tito Taddei

 L’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena e l’Azienda USL di Modena organizzano un incontro aperto alla cittadinanza per conoscere e prevenire il Piede Diabetico. L’incontro si tiene lunedì 20 febbraio 2023 presso la Sala Villaggio Giardino in via Marie Curie numero 22 del Quartiere 4 di Modena dalle ore 18 alle ore 20 e vede coinvolte anche Associazioni di Volontariato (AVIS, Amici del Cuore) in un progetto che intende sensibilizzare Enti locali, Polisportive, Parrocchie, Enti Sportivi. 

Scopo dell’incontro è di presentare alla popolazione modenese l’avanzamento delle conoscenze sui fattori di rischio per la sindrome del piede diabetico, far conoscere i principali fattori di rischio per le malattie metaboliche e cardiovascolari prevenibili con corretti stili di vita. Inoltre, vuol favorire la condivisione di esperienze allo scopo di permettere lo sviluppo di una rete di iniziative in grado di migliorare gli aspetti di “socialità attiva”, capace di migliorare il benessere e la salute dei cittadini

La “Sindrome del Piede Diabetico” rappresenta una temuta complicanza del diabete associata a neuropatia e a diversi gradi di infezione ed ischemia e causa elevato rischio di ospedalizzazione, mortalità ed amputazione d’arto, con impatto significativo sulla qualità ed aspettativa di vita e sui costi di assistenza. L’Azienda Ospedaliero–Universitaria di Modena, assieme all’Azienda USL di Modena e alla Direzione del Nuovo Ospedale di Sassuolo, ha attivato un Percorso Diagnostico Terapeutico dedicato alPiede Diabetico che dal 2019 ha visto il coinvolgimento di tanti operatori sanitari che si interfacciano a vari livelli coinvolgendo Diabetologi, Specialisti in Medicina Interna, Endocrinologia, Chirurgia vascolare, Ortopedia, Malattie Infettive, Dermatologia, Radiologia, Microbiologia Clinica, Nutrizione clinica, Fisiatria, Psicologia Clinica e Medici di Medicina Generale. Tale modalità di assistenza ha portato ad una netta riduzione delle amputazioni maggiori e al miglioramento dell’assistenza al paziente diabetico spesso con poli-patologie.

Articoli correlati

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più