Home » Otorinolaringoiatria: in un anno eseguiti 251 interventi chirurgici ad alta complessità

Otorinolaringoiatria: in un anno eseguiti 251 interventi chirurgici ad alta complessità

by Tito Taddei

Nel 2022 sono stati 312 i pazienti arrivati al Policlinico per essere trattati di tumore della testa, del collo e della base cranica dalla Struttura Complessa di Otorinolaringoiatria del Policlinico, diretta dal prof. Daniele Marchioni. Di questi, 251 hanno richiesto intervento chirurgico, mentre 61 hanno richiesto trattamenti differenziati presso il Centro multidisciplinare di oncologia testa-collo. Si tratta di numeri importanti, soprattutto perché applicati a una casistica di altissima complessità di diagnosi, trattamento chirurgico e follow-up, per la quale l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena è hub provinciale e centro di riferimento regionale.

Sin dal suo arrivo al Policlinico, il 1° ottobre del 2021 – ha commentato il Direttore Generale Claudio Vagnini – il prof. Marchioni ha lavorato insieme alla sue equipe per consolidare e potenziare l’attivitià chirurgica di alta complessità che caratterizza un centro di terzo livello come il nostro che in quanto hub deve soprattutto dare risposta ai casi più complessi. Si tratta di uno sforzo organizzativo importante perché un intervento di alta complessità, ad esempio quello per rimuovere un grande neurinoma del nervo acustico, può impegnare la sala operatoria per 6-7 ore, con un forte impatto su tutta l’organizzazione. D’altra parte è un intervento salvavita che solo poche strutture in italia sono in grado di assicurare e Modena si pone come un punto di riferimento regionale, ma anche sul territorio nazionale  per la chirurgia della base cranica e la oncologia della testa e del collo. Questi risultati si ottengono grazie alla collaborazione tra chirurghi, anestesiti e personale infermieristico.”

 

In questo tipo di interventi complessi è fondamentale sia il supporto anestesiologico che in questo caso è svolto per il Policlinico dall’Anestesia e Rianimazione 2, diretta dalla dottoressa Elisabetta Bertellini, sia l’assistenza del paziente complesso nel post-operatorio che per il Policlinico è assicurata dalla Terapia Intensiva Post-Operatoria diretta dal prof. Massimo Girardis.

 

L’alta complessità a Modena è diventata routinaria presso l’otorinolaringoiatria , in quanto ogni settimana svariate sale operatorie sono impegnate interamente per queste tipologie di interventi. Sono due principalmente gli ambiti dove è necessario eseguire interventi ad alta complessità: l’oncologia della testa e del collo e la patologia tumorale della base cranica.

Dal punto di vista didattico – ha confermato il prof. Giorgio De Santis, Presidente della Facoltà di Medicina e Chirurgia e Direttore della Chirurgia Plastica e Ricostruttiva che fa parte del PDTA dei tumori della testa e del collo – è fondamentale per noi avere un centro di terzo livello in grado di insegnare ai nostri chirurghi in fomrazione specialistica le tecniche più innovative. In questo modo, infatti, la nostra facotà è attrattiva perché chi si specializza a Modena può vantare già un curriculum di livello internazionaleL’equipe di chirurgia plastica e ricostruttiva, inoltre, lavora all’interno del PDTA tramite tecniche di microchirurgia ricostruttiva che consente di ricostruire in tempo reale le parti parti tumorali asportate. Questa nostra capacità ci consente di poter asportare tumorale masse tumorali più ampie, in quanto con questa metodica si possono ricostruire intere unità funzionali ed estetiche del volto, di tutto il cavo orale, fino all’esofago compreso. Si tratta di interventi di altissima complessità che possono essere effettuati solo in centri di alta specializzazione come il nostro”

Per quanto riguarda i tumori maligni l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena ha attivato da diversi anni un Percorso Diagnostico Terapeutico per i tumori del distretto testa-collo che riunisce le discipline coinvolte nella diagnosi e nella terapia di queste patologie: Otorinolaringoiatria, Oncologia medica, Radioterapia oncologica, Radiologia, Chirurgia Plastica e Ricostrutiva, Chirurgia Cranio-Maxillo-Facciale, Anatomia Patologica, Logopedia riabilitativa, Psicologia della Salute, infermiere case manager e Servizio Dietetico. I tumori maligni del distretto testa e collo rappresentano, a livello mondiale, circa il 10% dei tumori maligni negli uomini ed il 4% nelle donne. Le variazioni nella loro incidenza e mortalità sono molto marcate, con i tassi più elevati nelle regioni asiatiche. Nella provincia di Modena, in base ad una valutazione dei dati forniti dal Registro Tumori Provinciale, nel 2006 sono stati diagnosticati 110 casi di neoplasie maligne della testa e del collo corrispondenti a circa il 5% del numero complessivo dei tumori maligni e pari ad un tasso standardizzato di 33,5/100000. Tali patologie sono accomunate dalla caratteristica di necessitare di indagini strumentali specialistiche per poter giungere a una localizzazione precisa ed a diagnosi precoce.

Articoli correlati

lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più