Home » Sono in corso finanziamenti per ristoranti e altre attività che promuovono prodotti IGP e BIO

Sono in corso finanziamenti per ristoranti e altre attività che promuovono prodotti IGP e BIO

by Roberto Comanducci

La Legge di Bilancio 2022 (comma 826 2 827 del 234/2021) istituisce un “Fondo per la Promozione dei Prodotti Agricoli Tradizionali e Certificati” con una dote di 1 milione di euro, finalizzato alla ricerca di interventi mirati alle indicazioni geografiche e biologiche, a: a) sostenere e incrementare l’offerta di prodotti alimentari tipici della ristorazione; b) Sensibilizzare questi prodotti nell’area di riferimento.

I contributi possono essere effettuati:

  • attività di ristorazione, tali destinatari, compreso l’agriturismo,

  • Istituzioni pubbliche impegnate in attività amministrative, comprese scuole e ospedali che. praticano una gestione dietetica che appartiene alle tradizioni culinarie regionali e nazionali. Queste aziende possono presentare domanda direttamente o tramite mandato ad un’associazione di chef e ristoratori debitamente costituita.

Queste aziende possono presentare domanda direttamente o tramite mandato ad un’associazione di chef e ristoratori debitamente costituita. Alla data di presentazione della domanda, tali soggetti devono:

  • Gestire prodotti agroalimentari tipici della regione in cui ha sede l’attività (ed eventualmente anche di regioni limitrofe) nonché prodotti con indicazioni geografiche e biologiche;

  • Promuovere la conoscenza da parte dei consumatori della storia e della cultura enogastronomica delle regioni e delle regioni autonome, di cui i prodotti agricoli tradizionali sono una forma di espressione;

  • Pubblicizzare adeguatamente lo stesso prodotto nell’offerta commerciale di ciascun servizio per educare i consumatori alle loro conoscenze.

Il fondo è suddiviso per regione, con una percentuale assegnata a ciascuna regione sulla base dei seguenti due criteri ugualmente correlati:

  • il numero di prodotti alimentari tipici; Il numero di nomi protetti. Pertanto, le regioni con un numero maggiore di prodotti tipici o tutelati individuati beneficeranno di più fondi e l’importo individuato in ciascuna regione sarà equamente distribuito agli enti ammissibili che hanno applicato e soddisfatto i requisiti.

  • La descrizione pratica della richiesta e la verifica richiesta saranno determinate dai termini che verranno pubblicati quanto prima.

  • Questi i riferimenti normativi: Commi 826 e 827 dell’articolo 1 della Legge n. 234/2021 (Legge di Bilancio 2022). Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 6 maggio 2022.

Articoli correlati

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più