Home » Bilancio Fine Mandato Provincia: Tomei, lascio una Istituzione sana e proiettata futuro

Bilancio Fine Mandato Provincia: Tomei, lascio una Istituzione sana e proiettata futuro

by Tito Taddei

Giorno di voto sabato 28 gennaio per il Palazzo della Provincia in Corso Martiri della Libertà a Modena. Dopo quattro anni Gian Domenico Tomei, attuale Sindaco a Polinago, lascia l’incarico di Presidente attraverso  il quale è riuscito a (ri)dare lancio a questa importante istituzione. In attesa di conoscere chi sarà il nuovo successore lo abbiamo incontrato

 

Presidente Tomei, come si immagina il suo futuro e quello della Provincia di Modena al termine di questo mandato ?

Il futuro prossimo lo immagino in continuità con l’impegno di sostenere i progetti e i finanziamenti che abbiamo portato avanti  con l’Ente in modo di proseguire tutte le attività al servizio di tutti i cittadini e del territorio aumentandoli anche con altre iniziative. A medio termine immagino invece una Istituzione Provincia con la elezione diretta da parte dei cittadini  che occupi quello spazio di cui tutti noi abbiamo bisogno

Stretta Tra Comuni e Regione quale deve essere il ruolo delle Province?

Il suo ruolo è fondamentale in un raccordo che possa rappresentare anche i piccoli e i medi comuni ponendosi al servizio di questi comuni. Sempre più la Provincia si sta trasformando come unica stazione appaltante in quel ruolo che i piccoli comuni non riescono oggi a sostenere. Inoltre abbiamo visto come molte volte le Unioni dei Comuni faticano ed hanno la necessità di relazionarsi con la Provincia in merito ad alcuni servizi

Lei è alla fine del suo mandato. Quali progetti è riuscito a portare a termine e quali poteva fare meglio?

La principale soddisfazione è quella di aver portato a termine tanti interventi. In primo grado abbiamo sistemato parte della viabilità che copre quasi mille km di strade, abbiamo sistemato ponti, siamo intervenuti nella edilizia scolastica ed abbiamo conservato gli stessi spazi. Abbiamo agito in un periodo molto delicato se si pensa al Covid 19. Per quanto riguarda la sua seconda domanda avrei voluto essere più incisivo nelle decisioni di crescita. E’ stato fatto molto ma si poteva fare di più. Comunque l’immagine della Provincia che ne è venuta fuori è sicuramente positiva nonostante la campagna che ne era uscita con il Decreto Del Rio. La Provincia oggi non è un Ente astratto, ma invece è una realtà che serve per mantenere le strade, le scuole ed altre funzioni come le Pari opportunità, la Polizia provinciale e la statistica con alcuni elementi che rappresentano tutti i 47 comuni della Provincia

Quale messaggio per il suo successore?

Di impegnarsi per l’intero territorio di Modena pensando in particolare alle periferie. Con questo termine non mi riferisco alle periferie delle grandi città ma alla montagna o alla pianura che vivono situazioni molto complicate e lo si vede dalla loro situazione

 

Articoli correlati

lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più