Home » L’Antica Arte dell’Aceto di Acetaia Malpighi

L’Antica Arte dell’Aceto di Acetaia Malpighi

by Roberto Comanducci

Nel lontano ottobre del 1850, Pietro Malpighi condivise con il suo amato figlio Augusto un prezioso segreto: la ricetta per creare un autentico e genuino aceto naturale. Questa formula, custodita con cura attraverso generazioni, è stata la scintilla che ha dato vita all’Acetaia Malpighi. Oggi, questa rinomata azienda è orgogliosa di produrre l’aceto balsamico tradizionale di Modena Dop e l’aceto balsamico di Modena Igp, con il 70% della sua produzione che conquista i palati di tutto il mondo, portando con sé l’autenticità del “made in Modena”.

Ciò che rende unico l’aceto balsamico tradizionale di Modena Dop è la sua autentica essenza. Utilizzando il mosto d’uva cotto come base anziché il vino e invecchiando il prodotto in botti di vari legni, come castagno, ciliegio e rovere, l’aceto matura per almeno 12 o 25 anni, assumendo profumi e sapori inconfondibili.

Acetaia Malpighi è una dimora di tradizioni. Le sue 3.000 botti raccontano storie che risalgono persino all’Epoca Napoleonica. Ogni generazione ha avuto il privilegio di custodire e tramandare questo patrimonio, con ogni “erede” che riceve una serie di botti incise con il suo nome, un segno tangibile di eredità e passione.

Da Pietro a Augusto, da Nonna Maria a Ermes, la ricetta dell’aceto ha attraversato cinque generazioni, giungendo infine a Massimo, il presidente attuale di Acetaia Malpighi. Massimo, dal 1997, ha guidato l’azienda con dedizione e visione. Il suo impegno si riflette nel libro “Acetaia Malpighi Artigiani del made in Italy”, un tributo ai veri amanti del balsamico. Massimo sottolinea: “Il nostro valore risiede nella tradizione, nella qualità e nell’autenticità. Proteggiamo e valorizziamo la nostra eredità, garantendo che i nostri prodotti siano disponibili solo attraverso canali selezionati, lontani dai compromessi commerciali”.

Infine, come suggerisce l’invito a scoprire Eolo, l’innovazione e la tradizione si incontrano, creando un legame indissolubile con chi apprezza la vera essenza dell’aceto balsamico di Modena.

Articoli correlati

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più