Home » Settembre a Bologna

Settembre a Bologna

by Benedetta Bazzani

Settembre è il mese che, più di ogni altro, rappresenta il cambiamento.
I bambini iniziano la scuola felici e spensierati, mentre gli adolescenti, reduci da estati in cui la
carenza di sonno e le serate in spiaggia rappresentano un must-have, ci ritornano più tristi.
Settembre, infatti, è un mese di passaggio: si chiude il periodo estivo, quello del caldo e delle
vacanze al mare, per entrare in un lungo e apparentemente interminabile periodo freddo e
uggioso.
A Bologna il mese di settembre è sicuramente ben riconoscibile: il numero di abitanti si duplica
con l’arrivo degli studenti fuorisede, che arrivano gioiosi di godersi la città che tanto gli era
mancata; gli eventi culturali si intensificano e la città è sempre in continuo movimento.
Ripartono gli eventi culturali, sportivi ed economici.
Per gli appassionati di sport degno di nota è stato il girone dell’Italia delle Davis Cup Finals che si è
svolto dal 13 al 18 settembre all’Unipol Arena, Le squadre protagoniste di questa manifestazione
sono state Argentina, Croazia, Italia e Svezia.
E per chi invece lo sport ama viverlo all’aperto, sabato 17 settembre alle ore 15 moltissimi ciclisti
bolognesi e non hanno partecipato, sfidando il clima avverso, a un’edizione speciale della
“Bicipolitana” tra le strade di Bologna. La manifestazione sarà il culmine del programma di
iniziative della Settimana Europea della Mobilità sostenibile che hanno animato Bologna dal 16 al
premore.
Inoltre dal 16 al 18 settembre ai Giardini Margherita si è tenuta la Race for the Cure, la piu grande
manifestazione per la lotta ai tumori al seno in Italia e nel mondo. Questi giorni di eventi e
iniziative gratuite per la salute, lo sport e la solidarietà sono giunti al culmine la domenica con la
tradizionale ed emozionante corsa di 5 km e passeggiata di 2 km nelle vie del centro città.
Per gli amanti della musica invece, Piazza Maggiore diventa un grande punto di ritrovo all’insegna
del divertimento. Qui, infatti, i concerti e le proiezioni cinematografiche, nonché spettacoli
luminosi, sono all’ordine del giorno, e si intensificano nel week end.
Il 15 settembre, ad esempio, la Basilica di San Petronio si è illuminata con videoproiezioni
entusiasmanti, che hanno accompagnato l’orchestra Senzaspine diretta da Matteo Parmeggiani.
Anche nelle giornate successive i giochi di luci hanno animato la piazza e la Basilica, nonché i suoi
cittadini.

Articoli correlati

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando cn la navigazione, dichiari di essere d'accordo con la nostra politica della privacy e l'utilizzo dei cookie di terze parti., ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più